E-Health: Veneto leader in Italia

Sono rimasta ingenuamente sorpresa scoprendo ciò che per noi a Treviso è ormai prassi, come ad esempio scaricare da internet il referto delle analisi del sangue, non lo è nel resto d’Italia. Quando qualche anno fa è iniziato questo servizio ho pensato subito: finalmente. Niente più estenutanti ricerche di parcheggio, stressanti code e magari pure impiegati scocciati. Risultato?! Tempo e salute guadagnati.

Il web accorcia, anche in ambito sanitario, le distanze e mette ancora una volta in relazione. Medico-paziente, medico-medico. Quella del referto on line è chiaramente solo la punta dell’iceberg del sistema. Questa modalità innovativa di gestione dei dati e delle conoscenze, già presente in altri paesi europei, è chiamata eHealth.

L’eHealth si può definire come il complesso delle risorse, soluzioni e tecnologie informatiche di rete applicate alla salute ed alla sanità.

La Regione Veneto, unica in Italia, ha compreso che la digitalizzazione in sanità non può che portare vantaggi, assolutamente non secondari, di risparmio sui costi sanitari, può favorire l’efficienza dei servizi al territorio, aiutare il processo di riorganizzazione territoriale dei presidi ospedalieri secondo logiche di rete e creare le condizioni di empowerment del cittadino. Arsenàl.IT, Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanità Digitale, ha reso possibile tutto questo. Nato inizialmente come Osservatorio il consorzio è diventato il più avanzato Centro Studi Regionale nel settore delle soluzioni ICT per la Sanità e il Sociale e punto di riferimento di best practices. I modelli applicativi ed organizzativi di Sanità Elettronica, studiati da Arsenàl.IT e condivisi con le ventitrè aziende sanitarie regionali, sono un esempio di network di conoscenza, competenza e tecnologia unico in Italia.

Il Veneto, leader in Italia, ha saputo cogliere una vera e propria oppurtunità, in un’ottica di ottimizzazione delle risorse e di miglioramento di vita tangibile del cittadino.

Annunci

3 thoughts on “E-Health: Veneto leader in Italia

  1. se poi certa gente, dato che bisogna pagare due euro al mese, rifiuta di provare le innovazioni tecnologiche siamo comunque al punto di partenza. Si era partiti con la tessera sanitaria on line. Tutti i dati clinici passati visibili in rete tramite una password. La gente questa innovazione la ha rifiutata ed ora la visione di tutti i problemi passati si può vedere solo in ospedale e per i pochi privilegiati che lo hanno… peccato! Questa operazione in ambulanza, per persone con gravi patologie, potrebbe salvare la vita a molti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...