Un’estate al mare – Giuni Russo – 1982

Per le strade mercenarie del sesso
Che procurano fantastiche illusioni
Senti la mia pelle com’è vellutata
Ti farà cadere in tentazioni
Per regalo voglio un harmonizer
Con quel trucco che mi sdoppia la voce
Quest’estate ce ne andremo al mare per le vacanze
Un’estate al mare
Voglia di remare
Fare il bagno al largo
Per vedere da lontano gli ombrelloni-oni-oni
Un’estate al mare
Stile balneare
Con il salvagente per paura di affogare
Sopra i ponti delle autostrade
C’è qualcuno fermo che ci saluta
Senti questa pelle com’è profumata
Mi ricorda l’olio di Tahiti
Nelle sere quando c’era freddo
Si bruciavano le gomme di automobili
Quest’estate voglio divertirmi per le vacanze
Un’estate al mare
Voglia di remare
Fare il bagno al largo
Per vedere da lontano gli ombrelloni-oni-oni
Un’estate al mare
Stile balneare
Con il salvagente per paura di affogare
Quest’estate ce ne andremo al mare
Con la voglia pazza di remare
Fare un po’ di bagni al largo
Per vedere da lontano gli ombrelloni-oni-oni
Un’estate al mare
Stile balneare
Toglimi il bikini

Curiosità:
 
‘Un’estate al mare’, dall’omonimo album del 1982, è stata scritta a due mani da Franco Battiato e Giusto Pio, che si è occupato insieme all’eclettico cantautore della parte musicale. A inciderla fu la giunonica Giuseppina Romeo, in arte Giuni Russo.

La canzone fu un successo forse inaspettato, dopo aver vinto la sezione Disco Verde del Festivalbar ottiene il Disco d’oro per il numero di copie vendute e resta in cima alla classifica diversi mesi. Giuni Russo, amante del pop sperimentale, considerava ‘Un’estate al mare’ una parentesi commerciale nella sua carriera ma ne restò, inevitabilmente, imprigionata.
Inutile sottolineare una peculiarità che l’ha sempre contraddistinta: la sua spettacolare estensione vocale che le permetteva di spaziare dai toni bassi a incredibili acuti, arrivando a imitare il verso dei gabbiani.


Youtube people says:
  “imitava i gabbiani e non ci trovava nulla di straordinario, ma proprio questo la rendeva straordinaria!”

In my Opinion: un testo sensuale, che nasconde dietro a un ritornello orecchiabile e apparentemente innocente la voglia di trasgressione e di incontri occasionali tipica della stagione estiva. Attualissima anche oggi!

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...